Riproduci video

3° Trofeo “Dorica Tuna Contest” Open Fipsas

BIG GAME DRIFTING TROFEO OPEN FIPSAS
Catch & Release

Ancona,  22/23/24 ottobre 2021

PROGRAMMA MANIFESTAZIONE “DORICA TUNA CONTEST”

Venerdì 22 ottobre 2021

 

Operazioni preliminari c/o sede del Club Amici del Mare ASD, Porto Turistico La Marina Dorica, Via Mascino n. 5/h – Ancona

 

ore 16,00:      ritrovo partecipanti e consegna kit di gara;

 

ore 18,00:      briefing Comandanti e sorteggio ispettori di bordo

 

Sabato 23 ottobre 2021

 

ore 06,00:      raduno equipaggi presso Club Amici del Mare e distribuzione sarda;

 

ore 06,30:      imbarco equipaggi ed uscita dal porto;

 

ore 07,00:      avvicinamento campo gara;

 

ore 08,00:      inizio gara;

 

ore 15,00:      termine gara;

 

ore 16,00:      operazioni di controllo, verifica risultati gara ed esposizione classifica finale;

 

ore 19,00:      premiazioni.

 

Domenica 24 ottobre 2021

Questa giornata sarà utilizzata qualora le condizioni meteo marine non consentano di effettuare la prova valida il sabato 23 ottobre ed il programma sarà comunicato dall’Organizzazione entro le ore 12,00 del 23 ottobre 2021

NOTIZIE UTILI FORNITE DALL’ORGANIZZAZIONE

SOCIETA’ ORGANIZZATRICE CLUB AMICI DEL MARE ASD

La Società organizzatrice metterà a disposizione degli equipaggi iscritti il posto barca e n. 10 casse gratuite di sarda ad equipaggio.

ORGANIZZAZIONE:

Presidente:               Sauro Scolpati

Segretario di Gara:  Michele Covotta

Direttore di Gara:     Roberto Pelati

Giudice di gara:        Giannino Marconi

Segreteria:                071/53724 – e-mail: info@clubamicidelmare.it

Orario: lunedì/venerdì dalle ore 17,00 alle ore 19,30

                                    sabato mattina dalle 9,30 alle 12,30       

Quota iscrizione equipaggio: € 300,00

LE ISCRIZIONI SCADRANNO ALLE ORE 19,00 DEL GIORNO 21 ottobre 2021

Coordinate Bancarie: IT 71 M 08086 02600 0000 0008 1501

NUMERI UTILI:

Hotel “Touring”***   Falconara Marittima (AN), Via Degli Spagnoli 18 – Tel. 071/913136 info@touringhotel.it

Hotel “Europa”***     Ancona, Via Sentino n. 3 – Tel. 071/888096

REGOLAMENTO PARTICOLARE DELLA MANIFESTAZIONE

Il presente Regolamento è stato redatto considerando il Protocollo di attuazione delle misure ANTI COVID19 per le Gare di Big Game.

Art. 1 – DENOMINAZIONE:

Gara di Pesca Sportiva BIG GAME Drifting denominata

 TROFEO OPEN FIPSAS “DORICA TUNA CONTEST” Catch & Release

Art. 2 – ORGANIZZAZIONE:

La Società Club Amici del Mare ASD, in collaborazione con la Sez. Prov. FIPSAS di Ancona, indice ed organizza sotto l’egida F.I.P.S.A.S la Gara denominata “ Dorica Tuna Contest”

Detta manifestazioni si svolgerà ad Ancona in data 22/23/24 ottobre 2021

Il TROFEO OPEN FIPSAS DORICA TUNA CONTEST Catch & Relase”

Competizione Agonistica OPEN FIPSAS, valida, qualora si raggiunga il numero minimo di 15 equipaggi iscritti con tutti gli atleti regolarmente in possesso di Tessera Federale ed Agonistica in corso di validità e che gli equipaggi appartengano ad almeno 2 provincie e risultino composti da pescatori della medesima società. I migliori classificati, in rapporto al numero dei partecipanti, acquisiranno il diritto a partecipare al Campionato Italiano Fipsas 2022 Big Game Drifting.

La manifestazione é retta dal presente Regolamento Particolare e, per quanto in esso non previsto, dalla Circolare Normativa Settore Pesca di Superficie – disciplina Big Game 2021.

Compete alla Società organizzatrice richiedere ed ottenere le autorizzazioni necessarie per lo svolgimento della gara. La FIPSAS è pertanto sollevata da ogni qualsiasi responsabilità inerente la manifestazione e che resterà ad esclusivo carico della Società Organizzatrice.

Tutte le manifestazioni sportive indette dalla federazione, Ufficiali o Promozionali, anche attraverso le Società affiliate o organismi convenzionati sono rette e regolamentate dallo Statuto Federale, dalle Circolari Normative e, da ultimo, dai Regolamenti Particolari, che nel dettaglio riportano le direttive, le modalità di partecipazione e svolgimento. In dette manifestazioni è interdetta la partecipazione a coloro che abbiano riportate condanne interdittive, anche solo temporanee, emanate dagli Organi di Giustizia Sportiva. Tutti i partecipanti, per effetto della loro iscrizione, dichiarano di conoscere ed accettare le norme contenute nel presente Regolamento. Potrà essere abbinata alla Competizione Agonistica OPEN la selettiva provinciale qualificante per i Campionati Italiani Assoluti, che dovrà avere un regolamento e una classifica separata da quella del’ Open.

Art. 2bis – PROTOCOLLI  GARA  ANTI COVID-19

Nel corso della manifestazione vanno applicate le misure previste dal protocollo di attuazione ANTI COVID-19 previsto dalla F.I.P.S.A.S. con circolare del 5 Giugno 2020 ed eventuali successive integrazioni e modifiche.

Il protocollo è visionabile al link:

https://www.fipsas.it/images/images/Pesca_Di_Superficie/protocolli_gara_pds/PROTOCOLLO_BIG_GAME_.pdf

In calce al regolamento è presente il modulo di autodichiarazione previsto dal protocollo, che ogni concorrente deve inderogabilmente presentare il giorno della manifestazione, pena l’esclusione dalla stessa.

Art. 3 – PARTECIPANTI – L’iscrizione è consentita a tutti i cittadini italiani o stranieri. I minori potranno partecipare con autorizzazione scritta di chi esercita la patria potestà. Gli equipaggi partecipanti devono essere formati da min. 3 max. 4 concorrenti dei quali uno fungerà da Ispettore di bordo su altra imbarcazione concorrente.

Nel caso in cui un equipaggio si presenti incompleto dovrà comunque designare un proprio membro come ispettore di bordo.

I concorrenti dovranno:

  • Avere la Tessera Federale in corso di validità;
  • Avere la Tessera Atleta valida per l’anno in corso;
  • Essere iscritti a Società regolarmente affiliate alla FIPSAS.
  • Aver ottemperato all’iscrizione al MIPAAF ed essere in possesso di regolare attestazione

Art. 4 – CAMPO DI GARA – La planimetria del campo di gara verrà descritta e consegnata, in fotocopia di carta nautica, ai Comandanti durante la prevista riunione.

Art. 5 – UNITA’ DA DIPORTO – Sarà possibile concorrere con una propria Unità o con una Unità messa a disposizione dagli organizzatori.

Per l’eventuale noleggio delle Unità da diporto è possibile contattare l’organizzazione (vedi Notizie Utili). Gli Equipaggi che intendono partecipare con la propria Unità dovranno comunicarlo entro la scadenza dell’iscrizione. Gli equipaggi che partecipano con propria imbarcazione avranno lo Skipper compreso nel numero di max. 5 componenti e non potrà in alcun modo partecipare all’azione di pesca, limitandosi esclusivamente alla conduzione della imbarcazione.

Nel caso in cui un equipaggio partecipasse alla manifestazione con imbarcazione messa a disposizione dall’organizzazione, lo Skipper, (addizionato agli atleti concorrenti) non potrà in alcun modo partecipare all’azione di pesca, limitandosi esclusivamente alla conduzione della imbarcazione ed assumendosi la piena responsabilità della stessa e dell’equipaggio imbarcato nel rispetto del Codice della Navigazione, sollevando la Società Organizzatrice, la FIPSAS da ogni responsabilità in merito.

 Art. 6 – ISCRIZIONI – Le iscrizioni, da compilarsi sul modulo specifico, dovranno pervenire via mail all’indirizzo info@clubamicidelmare.it accompagnate dal versamento di EURO 300,00 (max 75 € a componente) per equipaggio.

Il contributo di iscrizione dovrà essere intestato a: Club Amici del Mare ASD

Codice IBAN: IT 71 M 08086 02600 0000 00081501

Le iscrizioni scadranno alle ore 19,00 del 21 ottobre 2021.

 Art. 7 – OPERAZIONI PRELIMINARI & VERIFICA DELLE ATTREZZATURE – Le operazioni preliminari saranno effettuate il giorno 22 ottobre 2021alle ore 16,00. Tutti i partecipanti dovranno trovarsi a disposizione della Direzione di Gara presso il luogo che sarà comunicato dalla Società organizzatrice.

Le operazioni preliminari consisteranno:

  • nella verifica della posizione federale dei partecipanti;
  • nella consegna del materiale di gara;
  • nel sorteggio/abbinamento degli ispettori di bordo a cui dovranno essere assegnati dei pettorali per contraddistinguerli dal resto dell’equipaggio;
  • nella presentazione delle attrezzature da pesca (canna, mulinello e lenza) montate;
  • nella applicazione a ciascuna attrezzatura di un contrassegno inamovibile numerato;
  • nel rilascio, da parte di ogni singolo Comandante, di una dichiarazione che affermi la conformità delle montature a quanto previsto dal presente Regolamento e il libbraggio prescelto unico per tutte le canne;
  • nella dichiarazione, da parte del Comandante dell’equipaggio o proprietario, con la quale si attesti che l’imbarcazione utilizzata per la Manifestazione è in regola con le vigenti normative;
  • nella verifica, nel caso di equipaggi che partecipino con la propria imbarcazione, della presenza, pena l’esclusione dalla gara, dell’imbarcazione stessa;
  • nella riunione dei Comandanti, Ispettori di bordo e skipper.

I Capo equipaggio dei Team, iscritti alla gara dovranno essere presenti alle operazioni preliminari, pena l’esclusione dalla gara.

Art. 8 – RADUNO DEI CONCORRENTI –  NON SI EFFETUANO RADUNI

Tutti i concorrenti accederanno direttamente alle postazioni gara (comunicate tramite APP federale, se disponibile, o Social Network). In caso di condizioni meteo/marine avverse, l’orario. In caso di condizioni meteo/marine avverse, l’orario per il raduno dei concorrenti potrà subire rinvii nell’arco della giornata. La comunicazione dovrà avvenire mediante avviso scritto e affisso nel luogo del raduno da parte del Giudice e del Direttore di Gara. La comunicazione dovrà contenere la nuova località di raduno, il giorno e l’ora. La stessa, dal momento della sua affissione, diventerà parte integrante del Regolamento, che tutti i partecipanti per effetto della loro iscrizione sono tenuti a conoscere e osservare.

Art. 9 – INIZIO E TERMINE DELLE PROVE – La competizione ha inizio nel momento del raduno dei concorrenti e termine dopo la cerimonia di premiazione.

Alle ore 06,00 della giornata di gara, tutti i concorrenti dovranno essere presenti presso la base logistica per eventuali comunicazioni e variazioni in ordine allo svolgimento della gara e per il ritiro delle pasture. Effettuato l’appello radio dei concorrenti la Barca Giuria darà inizio all’avvicinamento al Campo Gara. Il raduno per la partenza avverrà alle 07,00 c.a. circa nel punto convenuto e, dopo l’ultimo appello concorrenti, la Direzione darà lo start ufficiale alla prova. L’avviso di fine gara verrà dato dalla Direzione di Gara alla scadenza del termine previsto, da quel momento le imbarcazioni dovranno iniziare, senza indugi, il rientro in porto.

Art. 10 – VALIDITA’ DELLE PROVE – Il Trofeo consisterà in una prova unica da disputarsi il 23 ottobre 2021 (salvo annullamenti). La giornata del 24 ottobre 2021 sarà utilizzata come giornata di recupero.

La durata massima della prova è stabilita in 7 ore, condizioni marine permettendo, tale durata non potrà in alcun modo essere preventivamente ridotta a meno di 5 ore.

In caso di sospensione della prova, decisa dal Giudice di Gara e comunicata via radio dal Direttore di Gara, la stessa sarà ritenuta valida se sarà trascorsa almeno la metà del tempo previsto per la sua durata.

Art. 11 – CLASSI DI LENZA – Sono consentite esclusivamente le seguenti classi di lenza:

  • 15 Kg. (30 lbs) (max lbs 33,06);
  • 24 Kg. (50 lbs) (max lbs 52,91);

Sui carichi di rottura in Kg sopra riportati non è prevista alcuna tolleranza.

La doppiatura della lenza è facoltativa. Se utilizzata, dovrà rispondere alle seguenti caratteristiche e misure:

  • ogni doppiatura dovrà essere fatta esclusivamente con la madre lenza della classe dichiarata;
  • la doppiatura si misurerà dall’inizio del nodo, treccia, torsione o impiombatura che dà inizio alla stessa, per finire al capo estremo del nodo, girella, moschettone o altro dispositivo utilizzato per collegarla al terminale o all’amo;
  • per le classi di lenza ammesse, la doppiatura non dovrà superare la misura di metri 4,50.

Il terminale è facoltativo, ma se utilizzato dovrà rispondere alle seguenti caratteristiche e misure:

  • non vi è alcuna prescrizione circa il materiale o il suo libbraggio;
  • il terminale si misurerà dalla fine del sistema di collegamento alla doppiatura o alla madre lenza sino al termine dell’amo;
  • per le classi di lenza ammesse, il terminale non dovrà superare la misura di metri 9,00.

Il totale complessivo di doppiatura e terminale non dovrà superare la misura di metri 9 comprensiva di amo.

La classe di lenza prescelta dovrà essere la stessa per tutte le canne, non sarà quindi consentito l’utilizzo del libbraggio misto.

Art. 12 – ATTREZZATURE ED ESCHE – Oltre quanto previsto dalla Circolare Normativa 2021 si dovranno osservare le seguenti disposizioni:

al fine di consentire, da parte della giuria, la migliore misurazione possibile del pesce, sono vietati quegli attrezzi che consentono il bloccaggio della coda (ACCHIAPPACODA) è altresì vietato l’utilizzo di attrezzi di bloccaggio del pesce per la bocca (Boga Grip)

  • Canne – Ogni equipaggio potrà portare a bordo un massimo di 5 (cinque) attrezzature da pesca dei libbraggi consentiti, preventivamente punzonate e numerate. Durante l’attività di pesca è consentito l’uso contemporaneo di un massimo di 4 (quattro) attrezzature da pesca (canne, mulinelli, lenze, ecc.);
  • Sono proibiti i mulinelli dotati di forza motrice e i mulinelli con doppia manovella o comunque dotati di meccanismi che diano un vantaggio ingiusto al pescatore (winch).
  • Ami – Gli unici ami ammessi in gara sono del tipo Circle non off set, non Inox e SENZA ARDIGLIONE;
  • Sono consentite panciere per il combattimento in Stand Up o Harness purché non consentano al pescatore di bloccare la canna.
  • E’ consentito l’uso del Backing nei mulinelli (filo di fondo per fare spessore) esclusivamente della stessa classe della lenza dichiarata, purchè i metri di lenza uniti al terminale siano almeno 300. Nel caso in cui, durante il combattimento, il nodo di giunzione tra lenza madre e backing dovesse uscire dal mulinello, sarà testato al dinamometro anche il backing con le stesse regole applicate al test della madrelenza ai fini della validazione della cattura. Sarà compito del commissario di bordo registrare l’eventuale uscita del nodo di giunzione madrelenza-backing dal mulinello.
  • Esche e pasture – Saranno esclusivamente fornite (su prenotazione) dall’organizzazione, qualsiasi deroga dovrà essere segnalata per il relativo controllo sulla natura delle stesse. La quantità giornaliera complessiva (esche + pasture) non potrà comunque superare i kg 65 per equipaggio. E’ vietata qualsiasi forma di pesca con il vivo.
  • E’ consentito l’utilizzo di un pasturatore che potrà essere calato a mano o con una canna dedicata senza limitazione nel carico di rottura del filo utilizzato in quanto non soggetto a verifica a fine gara. In entrambi i casi il numero delle canne che potranno essere poste in pesca contemporaneamente sarà pari a 3.

Art. 13 – PREDE VALIDE –Sono considerati validi tutti i pesci “sportivi” purché catturati secondo quanto stabilito dalle norme federali e dal presente Regolamento Particolare.

Non sono valide le catture di pesci di alcuna caratteristica sportiva o comunque da salvaguardare (es. pesci luna, mante, razze, elasmobranchi, etc.); è obbligatorio pertanto l’immediato rilascio degli stessi usando le opportune cautele.

Art. 14 – CONDOTTA DI GARA – Tutti i partecipanti sono tenuti al rispetto del presente Regolamento, della Circolare Normativa del corrente anno. In particolare sono tenuti a osservare le seguenti disposizioni:

  1. tenere un comportamento corretto nei confronti degli Ufficiali di Gara e di tutti gli incaricati dell’organizzazione;
  2. sottoporsi, se richiesto, al controllo preliminare prima dell’inizio della gara e a eventuali successivi accertamenti da parte degli Ufficiali di Gara;
  3. avvenuta la ferrata, il motore delle Unità può essere utilizzato per rincorrere il pesce e recuperare la mancanza di lenza così come per posizionarsi nel modo più idoneo per il recupero del pesce;
  4. per ragioni di sicurezza è fatto obbligo agli equipaggi di comunicare tempestivamente alla stazione di ascolto la propria posizione di pesca in coordinate geografiche (latitudine e longitudine) o coordinate polari (rotta e distanza dal porto di partenza) ogni qualvolta la Direzione di Gara ne faccia richiesta. Durante la gara gli enti organizzatori saranno in continuo ascolto sui canali (VHF e/o CB) che verranno comunicati dagli organizzatori; vige pertanto l’obbligo di ascolto radio, sui canali prestabiliti, da parte di tutti gli equipaggi partecipanti alla manifestazione;
  5. per tutta la durata della gara, le imbarcazioni dovranno portare, ben visibile sulla fiancata di dritta, il numero di gara fornito dall’organizzazione;
  6. al segnale di fine gara tutte le lenze in pesca dovranno essere immediatamente ritirate in barca, la ferrata dichiarata in contemporaneità con il segnale di fine gara non sarà considerata valida;
  7. se al segnale di fine gara un equipaggio dovesse essere già in combattimento saranno concessi ulteriori 30 minuti per portare a termine la cattura o il rilascio.

Art. 15 – ADEMPIMENTI IN CORSO DI GARA – Per ogni singola ferrata o rilascio:

  1. L’equipaggio, pena l’invalidazione del rilascio, deve darne immediata comunicazione radio alla Direzione di Gara indicando le coordinate, il numero dell’attrezzatura impiegata, l’orario di ferrata e di rilascio, il nome del concorrente alla canna e la tipologia del pesce rilasciato;
  2. in caso di impossibilità di comunicazione con la Direzione di Gara, l’Ispettore di bordo, verificata la corretta posizione della imbarcazione nel campo gara, comunicherà ad un Ispettore di bordo di altra imbarcazione in gara le notizie inerenti la cattura. Tale circostanza dovrà essere resa nota alla Direzione di Gara nel corso dei successivi contatti radio o ufficializzata dai due Ispettori di bordo al momento del rientro. Qualora l’equipaggio sia nell’impossibilità di comunicare via radio con la Direzione di gara, potrà essere utilizzato altro mezzo di comunicazione riconosciuto dalla Direzione di Gara.
  3. L’equipaggio che per qualsiasi motivo non dovesse rispondere alle chiamate radio della Direzione o di una barca ponte sarà considerato fuori gara e squalificato appena trascorsa un’ora di silenzio. La Direzione avvertirà l’Autorità Marittima per le relative competenze;
  4. è previsto il prelievo delle montature.
  5. l’Ispettore di bordo dovrà annotare su apposita scheda l’orario di ferrata e di rilascio, la tipologia del pesce rilasciato, il numero dell’attrezzatura usata, il nome del concorrente ed il numero sequenziale di rilascio e dovrà, per ogni rilascio, prelevare il terminale, il raddoppio ed almeno 5 m. di lenza riponendoli nelle apposite buste. Al rientro, l’Ispettore di bordo, unitamente ad un membro dell’equipaggio, consegnerà al Giudice di Gara le schede di rilascio, le eventuali buste e le attrezzature da pesca. La montatura sostituita dovrà essere avvolta su appositi avvolgi lenza forniti dall’Organizzazione;
  6. Il prelievo del terminale, con le modalità dette sopra ( art. e ),sarà obbligatorio anche sulla valutazione delle catture nella fascia minima di rilascio.
  7. la mancata consegna, da parte dell’Ispettore di bordo, di quanto sopra detto comporterà la retrocessione dell’equipaggio di appartenenza dell’Ispettore di bordo stesso.
  8. E’ Vietata la detenzione e l’utilizzo di strumenti elettronici, destinati alla ricerca del pesce, con funzioni di segnalazione laterale su monitor, fino a 360° (Impianti Sonar).

L’INOSSERVANZA DELLE NORME PARTICOLARI SOPRA INDICATE COMPORTERA’ AUTOMATICAMENTE LA SQUALIFICA CON CONSEGUENTE PENALIZZAZIONE DELL’EQUIPAGGIO.

Art. 16 – SPOSTAMENTI E DISTANZA TRA LE UNITA’ DA DIPORTO IN GARA – Qualsiasi modifica dell’azione di pesca e/o relativi spostamenti (che non possono essere più di due nell’arco di una prova) devono essere comunicati preventivamente alla Direzione di Gara. Successivamente, dopo lo spostamento, sempre alla Direzione di Gara dovranno essere fornite le nuove coordinate di pesca. La distanza minima tra le imbarcazioni dovrà obbligatoriamente essere di almeno 1/5 di miglio nautico (m 370 circa). Se un’imbarcazione dichiara la ferrata o comunque è in combattimento le altre imbarcazioni che dovessero successivamente comunicare lo spostamento non potranno avvicinarla se non ad un minimo di 1/3 di miglio nautico (m 600 circa), tranne ovviamente le imbarcazioni già posizionate a distanza regolamentare prima della ferrata.

Per le imbarcazioni che si posizioneranno in pesca da ancorati è previsto uno (1), solo spostamento.

Per le imbarcazioni che pescheranno in deriva gli spostamenti saranno massimo due   (2), viene considerato spostamento, anche il risalire la scia di pastura, non è considerato spostamento il ritornare nel punto di pesca dopo il combattimento.

Il cambio di tecnica di pesca, deriva/ancoraggio – ancoraggio/deriva, sarà considerato spostamento.

Le imbarcazioni che pescano in ancora, potranno filare in acqua, massimo metri 200 di cima, così distribuiti: metri 100 tra ancora e boa, metri 100 tra boa e imbarcazione.

Sarà considerata fuori campo gara l’imbarcazione che avrà posizionato la boa all’interno del campo gara ma che, per effetto della cima che congiunge la boa alla barca, si troverà all’esterno del campo stesso.

In alternativa al sistema tradizionale di ancoraggio è consentito l’utilizzo di motore elettrico per mantenere la posizione GPS, i team che utilizzeranno il motore elettrico dovranno obbligatoriamente calare una boetta di segnalazione della posizione dichiarata alla giuria al fine di evitare, in caso di combattimento, l’occupazione della posizione sopracitata da un’altra imbarcazione che chiederà lo spostamento.

Art. 17 – TEST E VERIFICHE LENZE E MONTATURE (dopo gara) – Al termine della manche tutte le attrezzature che abbiano contribuito a far rilasciare pesci dovranno essere consegnate alla Direzione per le opportune verifiche e misurazioni. Tale disposizione vale anche per le montature eventualmente conservate nelle apposite buste. In caso di rilascio, dovrà essere conservato, oltre il resto, anche il tronco di terminale. La consegna dovrà avvenire per mano dell’Ispettore di bordo unitamente ad un membro dell’equipaggio. I fili saranno testati singolarmente e, se almeno uno dei tre test previsti al dinamometro darà un carico di rottura pari o inferiore alla classe dichiarata, la verifica sarà positiva. Nel caso in cui nessuno dei tre test previsti risulti positivo, i rilasci effettuati con l’attrezzatura in esame saranno considerati non validi.

Art. 18 – CATCH & RELEASE – Il rilascio obbligatorio è previsto per le seguenti specie:

  • Tonno Rosso rilascio obbligatorio;
  • Altri pesci rilascio obbligatorio

Al fine di poter attribuire ai rilasci di tonno rosso pesi tecnici differenti, l’Organizzazione fornirà un’asta di misurazione con quattro fasce di colore ciascuna con una propria lunghezza in cm. dette fasce serviranno a stabilire la lunghezza in cm. del pesce e il corrispondente peso tecnico di fascia.

Non è consentito tenere l’asta con le mani durante la misurazione del pesce: l’asta una volta attaccata al terminale o alla doppia lenza con il moschettone potrà essere toccata (per toglierla) solo dopo la comprovata misurazione “video” del pesce.

L’eccedenza della lunghezza del pesce rispetto all’asta sarà considerata Over Fishing e avrà egualmente un peso tecnico di seguito quantificato.

L’attribuzione della relativa fascia si farà in base alle immagini registrate dall’equipaggio con video camera obbligatoria a bordo (SD Card estraibile, o memoria registrabile e leggibile da computer della Giuria, entrambe con immagini riferentesi solo alla giornata di gara) e dalla certificazione dell’Ispettore di Bordo.  

Dette immagini, data la contemporanea presenza in superficie dell’asta e del pesce, dovranno consentire la valutazione, con minima approssimazione, delle dimensioni del pesce stesso e quindi di decidere a quale delle quattro classi previste appartenga.

In assenza di immagini che diano piena certezza sulla fascia di misurazione da attribuire al pesce, si assegnerà comunque il peso tecnico spettante alla fascia immediatamente inferiore.

La stima ai fini della validità e dell’attribuzione del relativo punteggio tecnico di fascia e della correttezza delle operazioni di marcatura e/o rilascio sarà decisa dal G.d.G. con parere consultivo del Direttore di gara.

Il G. di G. e il D. di G. a loro discrezione, per giudicare equamente i video, si potranno avvalere della collaborazione di una commissione composta dagli ufficiali di gara , dai delegati FIPSAS e da capo equipaggio, sorteggiati o nominati a discrezione degli ufficiali di gara.

Dopo le valutazioni definitive delle misure, non sarà possibile proporre reclamo.

ASTA DI MISURAZIONE

Art. 19 – FASCE DI MISURAZIONI E PUNTEGGI TECNICI – L’asta sarà di quattro colori, le fasce di misurazione e i relativi pesi tecnici saranno i seguenti:

  • COLORE VERDE 001 cm / 079 cm     Peso Tecnico 0
  • COLORE VERDE 080 cm / 129 cm     Peso Tecnico Kg 023
  • COLORE BIANCO 130 cm / 167 cm     Peso Tecnico Kg 048
  • COLORE ROSSO 168 cm / 190 cm     Peso Tecnico Kg 076
  • OVER > 190 cm                   Peso Tecnico Kg 108

Date le difficili condizioni in cui la misurazione dovrà essere effettuata e la scarsa manovrabilità dell’asta, le misurazioni saranno considerate “fuori tutto” (FT), cioè dall’estremità della bocca alla congiungente gli apici della pinna caudale.

Art. 20 – VALIDITA’ DEL RILASCIO – Il rilascio sarà considerato valido se l’azione di pesca è stata effettuata secondo le regole previste dalla normativa federale e, in particolare il rilascio del pesce dovrà essere effettuato:

  • con slamatura manuale che dovrà obbligatoriamente essere effettuata senza imbarco del pesce;
  • con taglio del nodo dell’amo;
  • con taglio del terminale che dovrà effettuarsi ad una distanza massima di cm 50 dalla bocca del pesce (con minima approssimazione), distanza tale da non permettere l’avvolgimento del filo sul pesce;

Se appena afferrato in mano il terminale e a misurazione effettuata, il pesce dovesse slamarsi il rilascio verrà considerato valido. Nel caso in cui la misurazione non sia stata effettuata il rilascio verrà considerato valido a condizione che il pesce sia stato toccato con l’asta di misurazione e gli verrà assegnato un punteggio pari a 200 punti.

Il rilascio verrà invece considerato non valido se durante l’azione di pesca dovesse rompersi il raddoppio o la madre lenza.

Come sopra detto, tutti i rilasci saranno validi ai fini della classifica solo nel caso in cui l’ispettore di bordo verifichi tutte le condizioni sopra esposte e che le stesse siano comprovate da idonee riprese video.

 Nel caso in cui l’asta di misurazione sia fornita di moschettone di collegamento alla montatura, esso potrà essere inserito solo ed esclusivamente sul raddoppio o sul terminale, pena l’invalidazione del rilascio.

In generale, il rilascio sarà invalidato per rottura accidentale della doppia lenza o della madre lenza.

In merito alla misurazione con l’asta colorata per la determinazione della fascia di appartenenza, in caso di riprese non chiare o non esaurienti, verrà attribuita la fascia immediatamente inferiore;

A corredo della documentazione video da consegnare al rientro, sarà obbligatorio consegnare l’asta per le opportune verifiche.

Art. 21 – TAG & RELEASE (Progetto TONNO TAG 2021) –

Saranno assegnati un numero di Tag ICCAT FIPSAS numerati, uguale, per ciascun equipaggio. La taggatura dei Tonni, non è obbligatoria, e l’equipaggio, che rinuncia alla taggatura dei tonni, non avrà diritto a punti bonus. Le operazioni di taggatura dei Tonni, dovranno essere fatte, nel modo indicato dai manuali del progetto, e registrate in continuità, nel video della misurazione. Ogni operazione di taggatura sarà registrata dal Capo Equipaggio, nell’apposita Scheda in dotazione, e consegnata alla giuria. Il posizionamento del Tag, seguendo le direttive del progetto, darà diritto ad un premio punti BONUS, da addizionare al punteggio della tabella valutazioni.

Sotto la tabella valutazioni, sarà riportato il valore Bonus di ogni singola competizione.

Art. 22 –  COEFFICIENTI DI PESCE – Ad ogni pesce oggetto di rilascio, viene assegnato un coefficiente che concorrerà, assieme al peso ed alla lenza impiegata, a determinare, mediante apposite formule, il punteggio da attribuire allo stesso. La tabella di seguito riportata precisa i coefficienti da attribuire alle varie specie:

  • Tonno Rosso classe 24 kg.                           3          Solo rilascio
  • Tonno Rosso classe 15 kg.                           4          Solo rilascio
  • Altri pesci “sportivi” 1          Solo rilascio con punteggio tecnico 60

Art. 24 – SISTEMA DI PUNTEGGIO – Pesci rilasciati (TONNO ROSSO), verrà attribuito un punteggio tecnico che varierà secondo le relative fasce di misurazione e la classe di lenza. La formula di calcolo sarà la seguente: peso tecnico di fascia x 100 x coefficiente pesce/carico di rottura della lenza in Kg = Punteggio Tecnico.

Oltre al punteggio tecnico derivante dal presente conteggio, ad ogni TONNO rilasciato sarà attribuito un punteggio fisso pari a 100 punti.

Agli altri pesci rilasciati verrà attribuito un punteggio fisso pari a 60 punti, il rilascio sarà valido alla sola condizione che esso rispetti le seguenti condizioni: tocco del pesce con l’asta, slamatura che dovrà avvenire in acqua senza imbarco del pesce ed evidenti immagini video.

Art. 25 – PREMIO DI RILASCIO E PENALITA’ PER TIMING (TONNO ROSSO) Il punteggio tecnico di base, premio di rilascio (Bonus) differente per ogni singola fascia di misurazione e classe di lenza è riportato nella tabella allegata. Esso è calcolato, considerando la differenza di peso tra le fasce di appartenenza del pesce ( 23-48-76-108). Il Bonus rimane tale, per la durata dei primi 30 minuti dell’azione di recupero, poi si riduce proporzionalmente, ogni 10 minuti del 15% (MALUS), come da tabella allegata. La rilevazione del Timing inizierà nel momento in cui l’Angler tocca la canna o il mulinello, e si concluderà nell’attimo in cui il Tonno sarà toccato dall’asta di misurazione (prova video). Nella eventualità di Strike multipli, il cronometro sarà azionato al tocco della prima canna, e l’ispettore riporterà nel referto gara i tempi dei vari combattimenti.

L’allegata Tabella 1 dei punteggi finali di rilascio è parte integrante del presente Regolamento. Essa riporta nel dettaglio i punteggi finali di rilascio per singole fasce di peso e classi di lenza, decrementati dai Malus per Timing. Detta Tabella, che sarà comunque consegnata in forma leggibile, durante il Briefing Comandanti, consentirà agli equipaggi di avere immediata lettura del punteggio, non ufficiale, acquisito per ogni singolo rilascio effettuato, fatte salve ovviamente eventuali ulteriori penalità e i successivi controlli del dopo gara.

Art. 26 – SISTEMA DI CLASSIFICA – La gara si svolgerà in una prova unica, la classifica finale sarà quindi quella relativa alla singola giornata di gara valutando i punteggi conseguiti da ogni equipaggio. Nel caso di parità di punteggio verrà data precedenza all’equipaggio che avrà il miglior tempo di combattimento sui pesci rilasciati. Se la parità dovesse permanere prevarrà il minor numero di pesci rilasciati ed in caso di ulteriore parità verrà data precedenza all’equipaggio che, dall’inizio gara, avrà ferrato per primo un pesce valido in classifica.

Art. 27 – PREMIAZIONI – La premiazione finale (nel rispetto del protocollo Covid, evitando assembramenti) verrà effettuata il 23 ottobre 2021 presso il luogo e all’orario indicati dalla Società organizzatrice evitando assembramenti.

PREMIAZIONE  FINALE

1° Equipaggio classificato:                          MEDAGLIA

2° Equipaggio classificato:                          MEDAGLIA

3° Equipaggio classificato:                          MEDAGLIA

Eventuali altri premi messi a disposizione dall’Organizzazione saranno comunicati ai concorrenti all’atto delle verifiche e la lista sarà affissa nella bacheca ufficiale di Gara.

Art. 28 – PULIZIA DEL CAMPO DI GARA – Durante e/o al termine della manifestazione i concorrenti hanno l’obbligo di non abbandonare sul natante, o gettare in acqua, rifiuti di qualsiasi genere e natura. Il natante deve essere lasciato pulito da rifiuti di qualsiasi genere. La Società organizzatrice è tenuta a fornire idonei contenitori per la raccolta finale di tutti i rifiuti che dovranno essere successivamente trasportati al più vicino posto di raccolta di Nettezza Urbana.

E’ FATTO OBBLIGO DI RISPETTARE E TUTELARE LA NATURA, NONCHÉ DI DENUNCIARE EVENTUALI COMPORTAMENTI SCORRETTI DA PARTE DEI CONCORRENTI O DI ALTRE PERSONE AVENTI ATTINENZA CON LA GARA.

Eventuali infrazioni comporteranno la penalizzazione dell’equipaggio.

Art. 29 – RECLAMI – Tutti gli Atleti iscritti alla gara hanno facoltà di presentare reclamo. Il giudizio del G. d. G. riguardante i reclami presentati deve essere formulato per iscritto e pubblicizzato provvedendo ad affiggerlo accanto alle classifiche. L’affissione deve aver luogo dopo che siano trascorsi i termini per la presentazione dei reclami. Ogni Atleta che si faccia autore di un reclamo deve essere sentito dal G. d. G. il quale decide redigendo apposito verbale contenente l’istruttoria sulla quale ha fondato la sua decisione. Qualsiasi reclamo, per essere ricevuto, deve essere accompagnato dalla tassa per spese di giudizio. L’ammontare di detta tassa è di 25,00 €. I reclami presentati oltre i termini previsti non debbono essere accettati. Per la determinazione dell’ora di presentazione, fa fede quella in cui il reclamo viene presentato unitamente alla prevista tassa per spese di giudizio, nelle mani del Direttore di gara. Nel caso di momentanea assenza di questi, i reclami possono essere ricevuti direttamente dal Giudice di Gara. Non sono ammessi altri tempi o forme per la presentazione dei reclami. I verbali degli Ufficiali di gara debbono essere firmati da chi li redige, e presentati al Direttore di gara. Gli Ufficiali di gara interessati a un reclamo o a un rilievo devono restare a disposizione fino alla risoluzione della controversia. E preciso compito dei Giudice di Gara seguire e avere sotto controllo l’andamento della gara, nel modo e nelle forme ritenute più idoneo allo scopo intervenendo, ove possibile, per prendere conoscenza diretta delle controversie che dovessero sorgere. Compete solamente al Giudice di Gara, infatti, decidere, previo espletamento della fase istruttoria, sui reclami presentati dagli Ufficiali di gara. Compete al Direttore di gara ricevere i ricorsi e i rapporti di cui sopra. Segnalazioni verbali, da chiunque effettuate, non hanno alcun valore. Così dicasi per i reclami presentati da persone non concorrenti. Il reclamo deve essere limitato a un solo argomento e deve essere motivato e provato. I reclami devono essere firmati solo dall’Atleta ricorrente che deve farsi rilasciare dall’Ufficiale di Gara a cui consegna il reclamo una ricevuta che attesti l’avvenuta presentazione. Eventuali reclami attinenti più argomenti, debbono essere esaminati limitatamente al primo di essi, mentre i restanti non debbono essere presi in considerazione. Viceversa, i rapporti presentati agli Ufficiali di gara saranno esaminati e valutati in toto.

Art. 30 – UFFICIALI DI GARA – Sono Ufficiali di Gara:

GIUDICE DI GARA:             

DIRETTORE DI GARA: ROBERTO PELATI

SEGRETARIO DI GARA: MICHELE COVOTTA

EQUIPAGGI BARCHE GIURIA: Caratteristiche e lista durante la riunione dei Comandanti.

Art. 31RESPONSABILITA’ – I partecipanti hanno l’obbligo di adottare tutti quegli accorgimenti atti ad evitare danni alle persone e alle cose. L’autorità marittima, la FIPSAS, il Presidente Provinciale interessato, la Società Organizzatrice, gli Ufficiali di Gara e gli Ispettori sono esonerati da ogni responsabilità per danni o incidenti di qualsiasi genere che, per effetto della gara, possano derivare alle persone o alle cose attinenti alla gara o a terzi.

Art. 32 – NORMA DI RINVIO – Per quanto non è espressamente previsto dal presente Regolamento Particolare, si applicano le disposizioni contenute nella Circolare Normativa per l’anno in corso.

Si ricorda che con il tesseramento e/o rinnovo vengono accettate le Norme Sportive Antidoping attuative del Programma Mondiale Antidoping WADA.

La normativa Antidoping è visionabile sia sul sito FIPSAS (www.fipsas.it) che sul sito CONI, (www.coni.it) ai link antidoping. 

PROGETTO TAG FIPSAS: OGNI EQUIPAGGIO POTRA’ SCEGLIERE SE TAGGARE IL TONNO CHE RILASCIA, NEL CASO SI PROCEDA ALLA TAGGATURA DEL PESCE SI AVRA’ DIRITTO AD UN BONUS AGGIUNTIVO DI 100 PUNTI. IL TAG DOVRA’ ESSERE APPLICATO CON LE DOVUTE CAUTELE E SENZA STRESSARE O FERIRE IL PESCE IN MANIERA EVIDENTE.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email